lunedì 15 novembre 2010

Fabrizio Galimberti: Economia e pazzia Crisi finanziarie di ieri e di oggi

More about Economia e pazzia

Il mercato e l'economia sono il campo in cui si dispiega una superiore razionalità? E' vero che il perseguimento egoistico dei propri interessi conduce alla realizzazione del bene comune? L'uomo è come una bolla (incerto, precario, emotivo e irrazionale) o guidato dalla ragione? Attraverso l'esame delle più grandi "bolle speculative" della storia, Fabrizio Galimberti, giornalista economico e docente universitario, mette alla prova i dogmi della concezione liberale dell'economia classica che non ne escono tanto bene. Il libro è scritto molto bene, le spiegazioni sono chiare (bisogna fare solo un piccolo sforzo su alcuni aspetti dell'economia finanziaria ma niente di impossibile). I casi che esamina sono affascinanti, si va dalla crisi dei tulipani (Olanda XVII secolo), alla crisi della società del Mississipi (Francia XVIII secolo), dalla bolla speculativa della compagnia dei mari del sud (Inghilterra XVIII secolo), al crollo della borsa di Wall Street nel 1929. Gli episodi sono ricostruiti con semplicità e completezza e un taglio insieme ironico e capace di cogliere i comportamenti collettivi attraverso la ricostruzione di episodi curiosi di costume dei tempi. Molto bello, raro trovare un testo di economia e storia dell'economia così ben scritto e divertente da leggere